Seleziona Pagina

Balletto all’Opera di Parigi

Balletto all’Opera di Parigi

In un’epoca in cui i grandi giorni del balletto romantico erano già finiti, il pittore Edgar Degas inizia i suoi studi all'”Académie Royale de Danse” parigina.

Ma il realista che era, si preoccupava meno della rappresentazione idealizzata delle grandi stelle del palcoscenico che di una testimonianza della loro quotidiana lotta per la perfezione, per la quale rischiavano tutta la loro felicità.

 

Così facendo, ha creato una visione mai vista prima d’ora di questo mondo.

In innumerevoli schizzi e dipinti ci mostra ballerini che si torturano attraverso la loro formazione. Egli mostra le loro pose perfette così come i loro arabeschi storti e i loro salti falliti.

Soprattutto, però, mostra le loro figure stanche, la loro vita piena di lacrime e sogni dimenticati, segnati da una breve fioritura alla ribalta e da una lunga dimenticanza nel buio del tempo.

 

La magia di questi quadri deve la sua magia non da ultimo ad una tecnica che aveva scoperto solo di recente.

Il pastello, detto anche “polvere di ali di farfalla”, era l’ideale per catturare le sue visioni di una bellezza su tela, perfetta e di breve durata come le farfalle e la loro danza.

 

L’immagine di oggi ci mostra probabilmente una prova di balletto. Perché la disposizione dei ballerini con i loro capelli aperti e movimenti apparentemente sciolti sembra essere spontanea e casuale.

Interessante è la vista dalla buca dell’orchestra, che trasmette l’immediatezza della scena come se fossimo davvero lì.

Quello che noi, attraverso la magia dell’arte, siamo in modo magico.

 

Qui potete vedere alcune delle sue opere: Edgar Degas – Opere

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

App Culturale

Dai un’occhiata anche alla mia app culturale!

Nuovi articoli quotidiani sulla storia dell’Europa, la letteratura, la musica classica, le belle arti e altro ancora.

Blogverzeichnisse

Blogheim.at Logo