Ancora indulgente nei ricordi del suo ultimo viaggio in Italia e sotto l’influenza delle opere che vi aveva visto, A. Renoir ricevette un manuale di pittura scritto intorno al 1400.

Quest’opera e i dipinti di J.A.D. Ingres diedero l’impulso ad una nuova tappa della vita di questo grande impressionista, che oggi conosciamo come il suo periodo “Ingres”.

 

Fino ad allora erano la freschezza e la naturalezza dei suoi quadri e la rappresentazione di una gioia di vita originale attraverso colori brillanti, che costituivano la sua opera. Ma ora si rivolge sempre più al classicismo e la sua pittura diventa sempre più dura e rigorosa nell’espressione.

Pur rimanendo fedele nella scelta dei suoi oggetti, la loro esecuzione si distingue nettamente dalle opere del periodo precedente.

 

All’inizio di questo nuovo periodo creativo crea una delle sue opere più popolari, le “Due sorelle sulla terrazza”.

L’opera mostra Jeanne Darlot, giovane attrice, e la sua giovane compagna. Darlot indossa il tradizionale blu degli skipper e si trova in mezzo al paesaggio suggestivo di Chatou, un sobborgo di Parigi, dove l’artista trascorre gran parte della primavera del 1881.

Il suo sguardo assente vaga in lontananza, oltre il pittore e anche spensierato dal bambino al suo fianco, che sembra essere inciampato nel quadro per caso.

 

Sebbene il quadro fosse strettamente composto, ci sembra che sia nato dal momento. Quasi come su una fotografia casuale, si vede una bambina e la sua ragazza in un momento di quiete e tranquillità.

Eppure è soffiato da una fredda austerità in cui si può vedere la nuova maestria di Renoir e la sua preoccupazione per la tradizione.

 

Renoir era consapevole del pericolo che lo sfondo diventasse troppo dominante e ingoiasse le giovani donne, come se si perdessero nella vastità del paesaggio.

Ma attraverso un’idea intelligente egli dà al quadro un contorno e una fermezza interiore. Perché la giovane donna è seduta di fronte a una ringhiera e così non ci troviamo, anche se non ce ne accorgiamo, nello spazio aperto, ma la natura è addomesticata e non è più il quadro dell’azione, non più il suo centro.

 

Un quadro meraviglioso che esprime esattamente ciò che gli intenditori amano di Renoir e ciò che un tempo uno sconosciuto riassumeva con le parole: “Ama tutto ciò che nella vita è allegro, brillante e confortante”.

 

Clicca qui per il dipinto: Due sorelle, sulla terrazza