La primavera lascia il suo nastro blu
Di nuovo svolazzano nell’aria;
Profumi dolci e noti
toccare profeticamente la terra.
Violette già sognando,
Vuoi venire presto.
Ascolta, da lontano un suono morbido dell’arpa!
Primavera, sì, sei tu!
Ti ho sentito!

 

(E. Mörike)