Seleziona Pagina

Puente de Vizcaya

Puente de Vizcaya

Nella provincia settentrionale spagnola di Bizkaia, più precisamente sopra il fiume che separa il comune di Portugalete e il comune di Getxo nella conurbazione di Bilbao, si trova una struttura conosciuta in Spagna come il Puente Colgante (“Ponte sospeso”).

Non si tratta in realtà di un ponte sospeso (almeno non in senso tecnico), ma di un traghetto a levitazione, cioè un ponte alto che porta un ponte sospeso sull’acqua.

È l’unica struttura di questo tipo in Spagna ed è l’unico dei nove traghetti a levitazione ancora in funzione al mondo.

 

Ciò che a prima vista si nota è la somiglianza tra la loro struttura in acciaio e quella della Torre Eiffel. Qualcosa di cui non stupirsi, l’architetto basco Alberto Palacio, che costruì il ponte alto insieme all’ingegnere Ferdinand Arnodin, era uno studente di Gustave Eiffel.

La particolare difficoltà di questo contratto fu che Palacio dovette creare una struttura che non ostacolasse il traffico marittimo né, a causa dello spazio limitato disponibile in città, aveva lunghe rampe di accesso e di partenza.

Risolse elegantemente il problema con una costruzione in acciaio, costituita da torri a traliccio di 45 metri di altezza su entrambe le sponde con un ponteggio orizzontale di 160 metri di lunghezza, su cui è sospesa la griglia di trasporto e che è stabilizzata da funi metalliche.

 

Il traghetto a levitazione fu così completato e aperto nel 1893 e successivamente divenne un modello per circa 20 installazioni simili in Europa, Africa e America.

Per i più coraggiosi c’è un sentiero nella parte superiore del ponte alto, raggiungibile con un ascensore e sul quale il fiume può essere attraversato a piedi.

 

Il collegamento orizzontale è stato distrutto durante la guerra civile spagnola e anche le torri sono state danneggiate.

Purtroppo ad Alberto Palacio non è stato risparmiato questo spettacolo e non dovrebbe più sperimentare la ricostruzione e la rimessa in funzione del suo edificio.

 

Nel 2006 il “Puente Colgante” è stato dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO.

“Con lo sviluppo di un meccanismo di trasporto sospeso e il collegamento costruttivo della struttura in acciaio con la nuova tecnologia a fune metallica, è stato creato un nuovo metodo di costruzione con il ponte del Golfo di Biscaglia, che ha influenzato lo sviluppo della costruzione del ponte nei tre decenni successivi in tutto il mondo e ha contribuito all’esportazione della tecnologia francese e spagnola”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

App Culturale

Dai un’occhiata anche alla mia app culturale!

Nuovi articoli quotidiani sulla storia dell’Europa, la letteratura, la musica classica, le belle arti e altro ancora.

Blogverzeichnisse

Blogheim.at Logo