Select Page

Un aneddoto del tempo dell’imperatore Francesco Giuseppe I.

Un aneddoto del tempo dell’imperatore Francesco Giuseppe I.

L’imperatore Francesco Giuseppe I non apparteneva a coloro che erano noti per il loro umorismo. Tuttavia, intorno a lui si intrecciano numerosi aneddoti.

Era soprattutto il suo comportamento alimentare e la velocità con cui ingoiava i suoi pasti che irritava molte persone.

 

A corte gli ospiti di solito non ricevevano nemmeno il pasto pronto, quando l’imperatore inghiottito l’ultimo morso e si stendeva la forchetta. Ma poiché si poteva mangiare solo fino a quando Sua Maestà “raccolse la tavola”, la maggior parte dei suoi ospiti rimase affamata.

Questa abitudine era naturalmente una benedizione per i ristoranti Sacher e Demmel nei pressi della Hofburg di Vienna. Gli ospiti affamati si affrettarono in questi ristoranti con lo stomaco ringhio e li aiutarono a diventare famosi.

 

Un altro aneddoto ci racconta che l’imperatore riceveva ogni mattina un panino con il suo caffè. In alcuni giorni gli sarebbe piaciuto avere un altro panino, ma sul piatto dell’imperatore c’era sempre una sola pasta.

Il conte Bellegarde, Lord Chamberlain dell’imperatore, il conte Bellegarde, fu piuttosto sorpreso quando un giorno Sua Maestà glielo chiese:

“Dimmi, mio caro conte, di quanti chili di farina abbiamo bisogno per cuocere panini al giorno?
-16 chili, Sua Maestà.
-Beh, allora aumenta la porzione di farina a 32 chili da domani, allora forse mi rimarrà ancora un panino!”.

 

Anche i suoi cuochi hanno avuto una brutta giornata di tanto in tanto, e quindi potrebbe essere che l’uno o l’altro piatto abbia avuto meno successo. L’imperatore non si lamentava mai, ma inghiottiva anche questi piatti velocemente e senza che fosse notato.

Solo una volta si rivolse al vicino di casa: “Cosa ne pensi di questa bistecca dura come una zampa?”. Ma quest’uomo borbottò a se stesso e non osò una parola di critica.

“È facile, si può andare in un buon ristorante”, osservò finalmente l’imperatore con rassegnazione.

 

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenti recenti

    Archivi

    Blogverzeichnisse

    Blogheim.at Logo